Il Presidente del CSEN ci va giù pesante!

Francesco Proietti, Presidente CSEN

L’attacco è rivolto al CONI, che stando al pensiero del Presidente CSEN Francesco Proietti: “Il CONI insiste a elaborare e a mettere in pratica norme in tema di promozione sportiva, in regime, passatemi il termine, di assoluta autoreferenzialità, inaudita altera parte; si ha, insomma, la netta sensazione che gli Uffici preposti perseguano una politica “federo-centrica” creando una simbiosi Uffici/Commissioni (e qui il mio pensiero, è palese a tutti!, necessariamente, corre a quella fiscale) che ha scontentato tutti finendo per mettere in crisi l’intero sistema sportivo nazionale”.

In sostanza come constatato dall’inizio dell’anno, si ha la netta sensazione che le Associazioni Sportive Dilettantistiche e in generale l’associazionismo e il Terzo Settore tutto sia diventato ingombrante, o meglio fastidioso perché allo Stato “costa” i mancati introiti in quanto godono di agevolazioni fiscali, come sappiamo è tutta “colpa della crisi”, per cui austerità e tagli!!

Proviamo a immaginare gli scenari futuri

Se la “persecuzione” del settore continua ancora, è possibile che le Associazioni potranno ridursi di numero scoraggiate da tutta una serie di tagli alle agevolazioni, controlli, impegni burocratici e quant’altro, un effetto “mobbing” che in parte sta mostrando i primi danni.

Infatti, dall’inizio dell’anno il numero d’iscrizioni di nuove associazioni è sceso, mentre molte di quelle già esistenti stanno sul chi va là in attesa di capire cosa sta succedendo e come reagire, ammesso che se ne abbia la voglia.

Nel caso, chi prende il posto delle Associazioni?

Ecco, in questo caso non è difficile immaginare come andrà a finire se gli operatori delle Associazioni saranno scoraggiati in modo definitivo, il tutto passerà in mano ad aziende private, con gli ovvi costi sicuramente molto meno popolari.

Si può ancora evitare il peggio, se le Associazioni e tutti gli addetti ai lavori fanno sentire la loro voce, ma soprattutto fanno capire ai cittadini quali saranno le conseguenze di uno sfaldamento dell’associazionismo, è possibile che qualcuno ai piani alti ne tenga conto, del resto siamo prossimi alle elezioni!

 

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.