Indennità collaboratori sportivi: ecco come richiederla

Indennità collaboratori sportivi

Con firma in data di ieri 6 aprile 2020 è entrato in vigore il decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze che, in collaborazione con il Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport. ha stabilito l’importo, i requisiti e le modalità di presentazione della domanda per ottenere l’indennità per i collaboratori sportivi.

L’articolo 96 del decreto legge Cura Italia del 17 marzo, dichiarava come l’indennità fosse riconosciuta anche ai collaboratori sportivi e che sarebbe stata riconosciuta direttamente da Sport e Salute S.p.A., per un limite massimo di 50 milioni di euro. Rientrano tra i rapporti di collaborazione oggetto del decreto quelli svolti presso le federazioni sportive nazionali, le associazioni e le società sportive dilettantistiche (ASD e SSD) e gli enti di promozione sportiva.

Dopo tanti rumors e indiscrezioni è stato emanato ufficialmente il testo del decreto sull’indennità ai collaboratori sportivi che stabilisce le “modalità di presentazione delle domande per il riconoscimento dell’indennità”. Scopriamo quindi quali sono i requisiti e le modalità per ottenere l’indennità di 600€ per il mese di marzo 2020.

I requisiti

Per quanto riguarda i requisiti dei collaboratori sportivi che possono richiedere l’indennità di 600€, è importante chiarire due condizioni. La prima è che tale incentivo è rivolto a chi, al 23 febbraio, aveva un rapporto di collaborazione in essere e ancora attivo al 17 marzo, quando è entrato in vigore il decreto Cura Italia. Tale rapporto di collaborazione deve essere con realtà iscritte, al 17 marzo, al Registro del CONI.

Inoltre è indicata chiaramente che per l’indennità dei collaboratori sportivi è stata stabilita una priorità. Questa privilegerà l’erogazione del contributo di 600€ per i collaboratori sportivi che nel 2019 complessivamente hanno percepito compensi inferiori ai 10000€.

Sono inoltre presenti altri requisiti per accedere a questa indennità. Il richiedente non deve rientrare nella categoria dei “professionisti e lavoratori con rapporti di collaborazione coordinata e continuativa” (art 27 Decreto Cura Italia) iscritti alla Gestione Separata INPS e non aver percepito il Reddito di Cittadinanza o un reddito da lavoro durante il mese di marzo.

Infine l’indennità non è cumulabile con le altre indicate negli articoli 19, 20, 21, 22, 27, 28, 29, 30, 238 e 44 del DL Cura Italia.

Come presentare la domanda

La presentazione della domanda avverrà esclusivamente per vita telematica attraverso apposita piattaforma disponibile sul sito Sport e Salute. La piattaforma sarà attiva da martedì 7 aprile a partire dalle ore 14:00 e l’accesso avverrà tramite accreditamento. Bisogna innanzitutto prenotarsi inviando un SMS indicando il proprio Codice Fiscale al numero di telefono indicato sul sito ufficiale Sport e Salute. Automaticamente si riceverà un messaggio di risposta che indicherà la data e la fascia oraria durante la quale sarà possibile accedere alla piattaforma e compilare la domanda.

L’accreditamento vero e proprio sul sito avverrà tramite l’indirizzo email, il Codice Fiscale e il codice di prenotazione presente all’interno dell’SMS di risposta ricevuto al momento della prenotazione. Da quel momento sarà possibile presentare la domanda, compilando i vari campi e caricando i documenti richiesti.

A questo proposito è utile ricordare quali sono i documenti e i dati di cui si avrà bisogno in fase di compilazione della domanda e che si consiglia di procurarsi per tempo, in modo da ottimizzare le operazioni telematiche di trasmissione della richiesta. I documenti richiesti sono la carta d’identità e il contratto di collaborazione o in alternativa la lettera di incarico o un documento che attesti che il pagamento della mensilità di febbraio sia stato regolarmente effettuato.

I dati da avere a portata di mano, invece, sono: i dati personali (indirizzo email, recapito telefonico, codice IBAN), i dati del rapporto di collaborazione (inizio, tipologia, durata, compenso e nominativi delle parti), il compenso percepito nel periodo d’imposta 2019, i dati dell’ente presso cui si svolge la collaborazione (Partita IVA o Codice Fiscale).

Maggiori informazioni

Per ricevere maggiori informazioni o richiedere chiarimenti, la società Sport e Salute mette a disposizione il suo canale Telegram e l’indirizzo email dedicato curaitalia@sportesalute.eu.

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.