L’apertura e la gestione del conto corrente di un’ASD

Oggi parliamo del conto corrente delle ASD, dall’apertura alla gestione: cosa serve per portare a termine ogni operazione nel migliore dei modi?

Sono moltissime le associazioni che necessitano di poter organizzare ed amministrare il proprio denaro seguendo un iter preciso. Devono inoltre tenere scrupolosamente traccia di tutti i vari movimenti, introiti o spese sostenute e da sostenere. Chiaramente, i più esperti sanno già come destreggiarsi tra le numerose attività amministrative. Tuttavia, chi è alle prime armi ha bisogno di sapere qualcosa di più.

Per riuscire a gestire al meglio tutte queste operazioni, la soluzione migliore è ovviamente quella di aprire un conto corrente presso un istituto bancario o alla posta. Potrà inoltre rivelarsi utile avere a disposizione un software che consenta di tenere traccia dei contratti con i vari collaboratori e anche di creare una reportistica previsionale di spesa ogni qualvolta se ne presenti il bisogno.

Lo stesso software potrebbe persino aiutarvi a gestire il conto corrente dell’ASD. Con questi presupposti, andiamo a vedere come fare, dall’apertura alla gestione dei conti.

Requisiti e presupposti per l’apertura del conto

Per poter aprire un conto corrente a nome di un’associazione è necessario che quest’ultima sia correttamente registrata presso l’Agenzia delle Entrate.

I documenti fondamentali sono quindi l’atto costitutivo e il relativo statuto, che sono parte integrante della documentazione da depositare per poter procedere con la registrazione all’Agenzia delle Entrate. Una volta avvenuta la registrazione verrà emesso il codice fiscale dell’ente e l’associazione potrà dichiararsi regolarmente costituita ai fini giuridici.

Per poter procedere concretamente con l’apertura del conto corrente intestato all’associazione, il Presidente dovrà recarsi presso un istituto bancario o alla posta, munito di tutta la documentazione relativa alla registrazione dell’associazione all’Agenzia delle Entrate.

Documenti necessari solo in casi particolari e alcuni dettagli da conoscere

In certi casi, alcune banche potrebbero richiedere un verbale del Consiglio Direttivo nel quale viene esplicitamente indicato il Presidente come persona incaricata all’esecuzione delle operazioni di apertura e successiva gestione del conto corrente. Si tratta di una richiesta che avviene a discrezione della banca, quindi, eventualmente, potrebbe essere opportuno chiedere in anticipo al Consiglio la documentazione necessaria per l’apertura del conto.

Va rammentato che le associazioni di volontariato e le onlus godono di particolari esenzioni sulle imposte riguardanti l’apertura del conto corrente.

Infine, è utile considerare che, purtroppo, alcuni istituti di credito non sono particolarmente inclini all’apertura di conti correnti per ASD, o comunque intestati ad associazioni. A volte temono che non siano correttamente registrate all’Agenzia delle Entrate. In altre eventualità, preferiscono evitare in quanto paventano per l’ipotesi di screzi e divergenze relative alla sfera economica all’interno del direttivo o tra soci.

Athletis: un valido aiuto per le associazioni e anche per la gestione del conto corrente

Qualora si stia cercando anche un software che possa essere di supporto alle Associazioni e alle Società Sportive Dilettantistiche, soprattutto per quanto concerne i contratti di collaborazione sportiva e l’emissione di ricevute di pagamento, Athletis potrebbe rivelarsi di certo un valido supporto.

Infatti, grazie a questo software, facile ed intuitivo nel suo utilizzo, si potrà gestire l’anagrafica dei propri collaboratori, indicare le qualifiche e le discipline, creare e stampare i contratti di collaborazione sportiva dilettantistica potendo personalizzare i dati, le premesse e gli accordi specifici. Per quanto concerne il personale, è altresì disponibile una sezione che consente di compilare un rapportino delle presenze.

In aggiunta, per quanto riguarda la parte economica, sarà possibile emettere le ricevute con i compensi sportivi mensili o forfettari, potendo usufruire anche del calcolo automatico delle ritenute d’acconto IRPEF e delle ritenute d’imposta. A tal proposito, grazie a questo software potranno essere gestiti i conti correnti, diversificando le modalità di pagamento.

Infine, sarà possibile creare dei report sintetici e analitici che permetteranno una rapida ed immediata analisi (anche dal punto di vista grafico) dei costi, con eventuali previsioni di budget. Questi potranno essere esportati in CVS e successivamente lavorati secondo le necessità.

Nel complesso si tratta quindi di un programma che, grazie alla sua multifunzionalità, permette di gestire adeguatamente gli ambiti trasversali di un’Associazione o di una Società Sportiva Dilettantistica, dai conti correnti ai contratti. Non esitate a chiederci maggiori informazioni.

Provalo gratis per 30 giorni! https://www.athletis.it/prova30giorni

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.