Le ONG che offuscano il volontariato nel Terzo Settore

bambina in braccio a ragazza

Stagione davvero strana questa del 2017, il Terzo Settore dall’inizio dell’anno è stato in pratica sempre sotto i riflettori, senza un attimo di tregua come fosse il male assoluto del paese, dimenticando mafia, corruzione e malaffare diffuso nelle istituzioni a ogni livello, eppure il volontariato in queste settimane è stato preso di mira più volte come mai nessun altro settore.

Ora al momento non felice si aggiunge lo “scandalo” sicuramente da verificare delle ONG, e anche se parliamo di due ambiti e situazioni differenti, tuttavia l’assimilazione tra le due realtà è pressoché scontata.

Ora quando si pensa alle ONG impegnate in mare nel soccorso ai migranti, sarà automatico associarle al volontariato, alle associazioni che svolgono sì un ruolo sociale e civile di primaria importanza, ma completamente differente.

L’uomo di strada tende a fare di un’erba un fascio!

Ammesso che non sia vero nulla, e crediamo sia così, il dato che ne viene fuori è comunque preoccupante, a proposito delle associazioni abbiamo già detto che le stanno “strizzando”, con l’intento di ridurle e soprattutto spostare gran parte dei servizi sociali svolti su un terreno più lucrativo quindi privato.

Questo offre un risparmio immediato di cassa, ma che in seguito potrebbe diventare un disastro sociale di grandi proporzioni molto più ampie del dramma dei profughi. In Italia sono milioni le persone che grazie al volontariato e alle Associazioni possono avere una vita dignitosa, tagliare fondi o rendere la vita complicata vuol dire smembramento sociale, un disastro!

Non rendiamo naufraghi anche quanti confidano nelle Associazioni

Lo scenario che si sta paventando è quello di una sforbiciata per le associazioni, intendiamoci, non che sia sbagliato sforbiciare facendo chiarezza e in molti casi pulizia, ma occorre essere vigili e attenti a non cadere nei tranelli delle sirene che poi sappiamo essere solo inganni!

La faccenda delle ONG non fa bene a loro, al volontariato né al paese, occorre tenere sempre bene a mente che mai nulla accade per caso, quindi questa vicenda è tutta da valutare e vedere, per ora il danno è limitato, ma in caso di uno scandalo provato potremmo essere di fronte ad un cambio radicale di tutte le politiche assistenziali.

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.