L’Ispettorato Nazionale del Lavoro chiarisce il trattamento ai fini previdenziali dei compensi sportivi

Il 1° dicembre 2016 l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha pubblicato una circolare che fornisce dei chiarimenti sul trattamento, ai fini previdenziali, dei compensi sportivi erogati dalle associazioni sportive dilettantistiche e dalle società sportive dilettantistiche disciplinati dall’articolo 67 comma 1, lett. m del TUIR.

Il possesso di una qualifica sportiva acquisita in seguito a specifici corsi di formazione non rappresenta il requisito minimo per poter applicare la norma previdenziale. E’ necessario che l’associazione o la società sportiva dilettantistica sia regolarmente riconosciuta dal CONI e deve essere iscritta nel registro delle società sportive.

Per maggiori informazioni potete scaricare copia della circolare direttamente dal sito del CONI cliccando qui.

 

 

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.