Ministero dello Sport, cosa cambia e scenari futuri

Ministro Luca Lotti

La scorsa settimana con l’avvio del “nuovo” Governo Gentiloni, il rimescolamento istituzionale ci ha partorito una novità per molti attesa, il Ministero dello Sport, che ci auguriamo sia davvero di supporto per le attività e iniziative dedicate allo sviluppo sportivo del paese.

Sarà il Ministro Luca Lotti alla guida di tale Ministero, che per ora ha distinto le posizioni con il Coni, il quale non sarà più il solo titolare delle attività agonistiche, sia professionali sia dilettantistiche. E qui qualche domanda gli addetti ai lavori se la pongono, cosa potrebbe accadere ora e, specialmente in futuro con la gestione di tale Ministero, che notoriamente attività come queste non rientrano nelle priorità di Governo? Difficile da decifrare!

Che cosa farà il Ministero dello sport

La domanda è lecita e la risposta è scontata, o dovrebbe esserlo, il Ministero dello Sport si occuperà o dovrebbe farlo, di promuovere le attività sportive dilettantistiche e professionali.

La speranza, infatti, è quella di uno stimolo verso la crescita con un maggiore supporto e sostegno delle attività sportive dilettantistiche, almeno questo è quello che molti addetti auspicano. Altro punto sono le questioni amministrative e fiscali che regolano le attività sportive e in modo particolare le associazioni dilettantistiche, che questo Ministero dovrebbe disciplinare o comunque monitorare.

Un Ministero senza portafoglio quindi con le tasche vuote

Probabilmente la cosa peggiore di questo Ministero dello Sport è proprio questa, il Ministro Lotti non ha alcuna risorsa, quindi salvo che non ci sia un cambio di rotta, il potere del Ministero non sarà efficace come dovrebbe e come sarebbe necessario per supportare il settore.

Se il Ministero dello Sport vorrà, comunque potrà fare molto, se non altro per regolare e coordinare tutte le attività sportive, in modo particolare le SSD negli anni messe un po’ da parte.

Certo, senza risorse le possibilità di manovra non sono molte, ma con buona volontà e impegno, tipici atteggiamenti sportivi, i risultati non tarderanno ad arrivare, molti sperano e attendono questo segnale da tempo, che sia ora?

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.