Professionisti e manager dell’associazionismo

Sarà forse concomitante con l’attuale “inquisizione” alla quale le Associazioni Sportive Dilettantistiche sono sottoposte. Tuttavia la figura professionale del manager che amministra e gestisce associazioni sta diventando sempre più presente. A tal proposito anche la Bicocca forma i nuovi manager per il terzo settore.

Abbiamo una situazione di mutamento radicale del settore, da un lato lo “sfoltimento” operato dal CONI e dalle istituzioni che esegue controlli a tappeto, per cui nessuna Associazione è considerata tale fino a controllo avvenuto. Questo porterà a una, si spera, maggiore efficienza del settore e quindi professionalità. Il punto forse è un po’ contraddittorio, se le Associazioni Sportive sono Dilettantistiche e rimarranno tali come Enti, un manager professionista non è fuori luogo?

Verso una maggiore professionalità dilettantistica?

Anche se professionalità e dilettantismo non vanno a braccetto, è possibile che si giunga a una mescolanza, anche se alcuni addetti pessimisti sostengono che si tratti solo dell’inizio della fine dell’associazionismo, almeno per come lo conosciamo oggi.

Una certa idea comunque la fa venire, se pensiamo al taglio delle attività riconosciute, le quali per continuare a essere svolte dovranno cambiare indirizzo giuridico, da associazioni a società. Questo sicuramente provocherà un rimbalzo tale che da una parte ci saranno molte chiusure definitive e dall’altra nuove società apriranno, ovviamente perché costrette.

Ecco, se analizziamo quanto accade sembra proprio che il manager del terzo settore sia una nuova professione in ascesa fino a poco tempo fa sconosciuta, così come le tante Associazioni che diverranno Società Sportive!

Cambiamo davvero tutto?

La riforma in atto ha e avrà anche questo tipo di effetto collaterale, le Associazioni muteranno e saranno sempre meno dilettantistiche, pur usufruendo delle agevolazioni probabilmente meno importanti del passato. Da qui alla figura del nuovo manager il passo è breve.

Difficile immaginare lo scenario e quanti impegnati nel volontariato riuscirà a mantenere in piedi le varie attività sportive e ricreative, magari il manager farà la differenza, ma è tutto da vedere!

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.