Riapertura palestre: da cosa bisogna ripartire

Come devono ripartire le ASD e SSD

Ripartire è diverso da partire, perché prevede un passato, una storia, che bisogna rimettere in moto. Una delle criticità maggiori che le Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche hanno registrato in questi mesi di lockdown è stata l’assenza di una gestione completa e ordinata dei documenti dei propri collaboratori sportivi. Tanto che molti istruttori non hanno ancora ricevuto l’indennità da 600€ che Sport e Salute sta erogando. Anche in vista di una prossima riapertura delle palestre è bene fare tesoro di quanto accaduto. La situazione è stata quella dell’assenza (o dell’erronea redazione) dei contratti di collaborazione e delle lettere di incarico, l’assenza delle quietanze di pagamento o, ancora, la difficoltà a ottenere in tempi rapidi la Certificazione Unica. Un ritardo pesante per i collaboratori sportivi e un problema di gestione enorme per le palestre e i centri sportivi.

Ecco quindi che la riapertura delle palestre deve procedere non come se non fosse mai accaduto nulla, ma imparare dalle difficoltà che un’emergenza di questo tipo ha portato alla luce. Perché da un’ottima gestione dell’aspetto burocratico e fiscale si ottengono enormi benefici, sia in termini di risparmio di tempo che di ottimizzazione delle risorse.

Un software gestionale per la riapertura delle palestre

Per rendere possibile tutto questo e farsi trovare pronti per la riapertura delle palestre e dei centri sportivi esiste Athletis, un software sviluppato appositamente per la gestione dei collaboratori sportivi. Cosa fa Athletis? Sono tante le funzionalità presenti all’interno del software, i principali campi di applicazione sono quelli legati alla gestione dei contratti di collaborazione, delle ricevute dei compensi sportivi e delle Certificazioni Uniche. Ovvero tutto quello che si è reso necessario in queste settimane per poter inviare le domande a Sport e Salute e ottenere l’indennità di 600€.

I contratti di collaborazione

A differenza di altri rapporti di lavoro, quelli tra associazioni e società sportive dilettantistiche e collaboratori (allenatori, istruttori, commissari, giudici, dirigenti, eccetera) sono regolamentati da un regime fiscale agevolato. Per sfruttare questi vantaggi e garantire trasparenza Athletis offre specifiche funzionalità per la compilazione, la stampa e l’archiviazione di questi contratti che possono così essere accessibili in qualsiasi momento. Sia per attivarne di nuovi che per consultare quelli già in essere potendo ricevere informazioni anche su quelli scaduti o in scadenza.

Le quietanze di pagamento

Con Athletis non sarà più necessario prendere la calcolatrice e calcolare l’importo della ricevuta di pagamento per le prestazioni di quel collaboratore sportivo. Tutto è automatico anche grazie alla funzione che monitora le presenze e i giorni effettivi delle prestazioni. Inoltre nel caso un collaboratore percepisse più di 10.000€ annui, anche da collaborazioni con altre società, Athletis calcola automaticamente le ritenute IRPEF e le addizionali regionali e comunali, aggiornando automaticamente le aliquote dal sito del Dipartimento delle Finanze.

La Certificazione Unica

Per ogni collaboratore il datore di lavoro deve preparare la Certificazione Unica, il documento che attesta i redditi percepiti. Athletis non solo è in grado di preparare questa certificazione, ma anche di creare il file telematico da caricare sul sito dell’Agenzia delle Entrate tramite il software Entratel o Desktop Telematico. Ottimizzando il tempo, migliorando il lavoro e annullando gli errori delle compilazioni manuali.

Perché scegliere Athletis

Athletis è un software completo che prevede per ogni istruttore un’anagrafica dettagliata all’interno della quale sono presenti tutte le informazioni per poter procedere all’elaborazione delle ricevute e dei cedolini per le buste paga, della possibilità di calcolare automaticamente le ritenute fiscali per i compensi superiori ai 10.000€), la verifica in tempo reale delle presenze e la predisposizione del file per trasmettere in via telematica la Certificazione Unica. Senza sottovalutare la possibilità di monitorare tutti questi dati e avere bilanci mensili e previsioni dettagliate di budget. Ovvero tutto quello di cui un centro sportivo moderno deve poter contare per reggere alla concorrenza ordinaria e alle crisi straordinarie.

Ripartire senza tener conto di quanto successo significa ignorare le ragioni per cui molte realtà non hanno saputo reggere l’ondata di un evento così imponente. Rendendo di fatto ancora più complicata la riapertura dei centri sportivi e delle palestre. Certo, gli imprevisti non si possono prevedere (specie quelli di una pandemia internazionale come quella attuale), ma si può prevedere che ci siano. Una realtà, anche quella di una piccola palestra o di un centro sportivo, per essere solida, deve poter contare su un’organizzazione precisa e trasparente. Che è quello che riesce a offrire in maniera semplice, sicura e immediata, un software come Athletis.

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.