Riforma del Terzo settore da sviluppare orizzontalmente!

La riforma è attesa e necessaria, è importante valorizzare il Terzo settore verso una maggiore sensibilizzazione e consapevolezza. Il volontariato non è solo una via di fuga temporale o un passatempo per il dopolavoro, tutt’altro, può essere una delle attività primarie di molte persone che dedicano con passione il loro tempo e spesso con sacrificio personale al prossimo.

La riforma tuttavia potrebbe differenziare in “classi” le tante associazioni sparse per l’Italia, seppure si contino moltissimi volontari sul territorio, la partecipazione sociale alle attività è comunque in calo ed ha un livello molto più basso rispetto ad altre nazioni europee.

Stimolare e riformare senza penalizzare nessuno

Il rischio è appunto quello di penalizzare quelle Associazioni che non hanno una competenza precisa ma che comunque offrono un supporto sociale di primaria importanza e fondamentale per molte persone assistite.

Una nuova riforma del Terzo settore dovrebbe essere fatta davvero sulla base dell’utilità sociale e, non necessariamente sulla forma delle competenze, perché il rischio può essere quello di perdere le Associazioni più deboli già pesantemente penalizzate! In altre parole nessun Ente deve rimanere indietro o peggio lasciato alla deriva destinato al tramonto.

Le questioni da risolvere

Non sono certo poche, a cominciare da quella fiscale per altro molto delicata non di meno controversa, poi altro punto importante è l’inquadramento collaborativo dei volontari, tra chi compie interventi occasionali e chi invece è attivo per 5/6 giorni la settimana.

Certo non deve essere una riforma fatta con la scure, dovrà essere prese in seria considerazione tutte le varianti delle Associazioni, quali benefici e vantaggi possono offrire socialmente a una comunità.

Una certezza è già consolidata, non possiamo permetterci in paese sempre più bisognoso di volontariato, di perdere pezzi della società civile che dedica tempo al prossimo, sarebbe un errore grave dalle conseguenze sociali dirompenti!

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.