Il trattamento fiscale dei compensi all’istruttore sportivo

compensi sportivi istruttori

Il mondo dello sport è costituito dalla presenza di numerose figure professionali. Infatti, oggi sono tante le persone che lavorano all’interno di questo settore. Tra i lavori più diffusi troviamo quello dell’istruttore sportivo. Oggi spieghiamo nel dettaglio in cosa consiste questo lavoro e qual è il regime tributario a cui è soggetta questa figura professionale. In particolare, chiariremo quali sono i regimi fiscali disponibili per chi svolge questa mansione. 

Chi è l’istruttore sportivo?

Il primo aspetto che vogliamo chiarire riguarda le peculiarità che contraddistinguono l’attività dell’istruttore sportivo. Nello specifico, si tratta di una figura che opera all’interno di palestre e impianti sportivi, per conto di Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche. Il suo compito principale consiste nell’insegnare un determinato sport. 

In pratica, gli istruttori sono allenatori che devono trasmettere agli atleti o agli amanti dello sport (che si allenano a livello amatoriale) le basi teoriche di una disciplina sportiva. L’istruttore sportivo deve saper motivare i propri allievi e far sì che ognuno di loro esprima il massimo del suo potenziale atletico.

I regimi fiscali per gli istruttori sportivi

Comprendere le caratteristiche del trattamento fiscale per chi svolge l’attività di istruttore sportivo è abbastanza complesso. Per prima cosa, è necessario specificare che ci sono essenzialmente due tipologie di trattamento fiscale che possono essere adottate da chi svolge questo particolare lavoro. È possibile aprire la partita iva oppure operare per prestazione occasionale. 

Un altro aspetto interessante riguarda la possibilità di essere soggetti ad un regime fiscale agevolato. Infatti, chi riceve una somma inferiore ai 10.000 euro all’anno, è esentato dal pagamento delle tasse. In questo caso, l’associazione sportiva deve però sottoscrivere con il collaboratore un tipo di contratto non subordinato e non professionale. Questo consente all’istruttore sportivo di operare con altre ASD. 

Pertanto, quella con una singola associazione non deve essere l’unica fonte di reddito percepita. In altre parole, l’istruttore può avere più di una collaborazione attiva e, non superando i 10.000 euro annui, può comunque contare su interessanti agevolazioni fiscali.

In cosa consiste la prestazione occasionale?

La prestazione occasionale è disciplinata dall’articolo 67 del Testo unico delle imposte sui redditi (sezione dedicata ai “redditi diversi”), che stabilisce le regole che accompagnano questa tipologia di contratto di lavoro. Questo tipo di inquadramento fiscale è applicabile solo a coloro che non hanno un contratto di subordinazione con l’associazione sportiva presso la quale operano.

L’articolo 67 afferma che sono da includere nel reddito “le indennità di trasferta, i rimborsi forfetari di spesa, i premi e i compensi erogati ai direttori artistici ed ai collaboratori tecnici per prestazioni di natura non professionale”. Rientra in questo ambito ogni istruttore che svolge “attività sportive dilettantistiche dal CONI, dalle Federazioni sportive nazionali, dall’Unione Nazionale per l’Incremento delle Razze Equine (UNIRE), dagli enti di promozione sportiva e da qualunque organismo, comunque denominato, che persegua finalità sportive dilettantistiche e che da essi sia riconosciuto.” 

Il supporto per le ASD 

Il lavoro dell’istruttore sportivo è un’attività sempre più diffusa in Italia. Per questo motivo, sono tantissime le associazioni che avviano collaborazioni di questo tipo. Per gestire al meglio il personale e i compensi sportivi, è possibile usare il software Athletis. Il nostro programma vi permette di gestire l’anagrafica, creare e stampare i contratti di collaborazione, ma anche le ricevute per compensi mensili sportivi e/o forfettarie. Con Athletis è possibile calcolare in automatico le ritenute d’imposta per le soglie comprese tra i 10000 e i 30658,28 euro. Pertanto, è una risorsa in grado di semplificare moltissimo tutto ciò che riguarda la gestione delle collaborazioni con gli istruttori sportivi e non solo.

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]
Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.