Tutti per lo sport e nessuno d’accordo!

Ministro Luca Lotti

Avere ragione spesso è quasi triste, come appunto in questo caso. Da mesi e diversi post ormai stiamo mettendo in guardia sulle “manovre” di fondo del Terzo Settore, come noto appetibile e molto per quello privato, che sostanzialmente non vede l’ora di metterci le mani.

In un’intervista al Tg2 l’Onorevole Luca Lotti ha confermato senza troppi giri di parole la norma del “Diritto allo Sport”, che sappiamo essere inserita nella Legge di Stabilità, ha inoltre confermato il tetto della no-tax area da 7.500 a 10.000 Euro per tutti gli sportivi dilettanti. Tuttavia quanto dichiarato dall’Onorevole non coincide con il pensiero dell’Onorevole Sbrollini che a sua volta ha un’idea diversa dall’Onorevole Bobba!

Ok, la solita “confusione” o se volete “creatività” italiana!

I tre diretti interessati allo sport seppur in modi e azioni differenti, non abbiano del tutto preso la questione su un comune interesse e obiettivo, salvo che questi non siano davvero diversi per ognuno!

Il mitico “Diritto allo Sport”, ecco, qui possiamo aprire un capitolo che fa prima di tutto sorridere e poi preoccupare, almeno gli addetti ai lavori diretti interessati e a seguire anche tutti i beneficiari delle attività seguite dalle Associazioni Sportive Dilettantistiche.

Il punto è che parlare di diritti allo sport, tuttavia sacrosanti, quando poi da anni sistematicamente vengono meno i diritti alla salute con tagli draconiani, ecco, diciamo che rimane un tantino aleatorio il termine “diritto”!

Bisogna pur credere in qualcosa

Sì certo, ma qualche sospetto pre-elettorale ci sta tutto, non dimentichiamo che siamo in campagna elettorale, e come sappiamo da sempre, in Italia in questi casi si possono promettere anche i miracoli, e qualcuno l’ha anche fatto, nel senso di prometterli!

Diciamo quindi che per avere le idee chiare sia sulle riforme sia sull’intero settore delle Associazioni Sportive Dilettantistiche in questo caso, ma anche per tutto il Terzo Settore, forse conviene attendere qualche mese, considerando poi l’incognita del nuovo esecutivo, incrociamo le dita.

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.