Che impatto avrà il Decreto Correttivo della Riforma dello Sport?

Athletis è già pronto!

28 settembre 2022

Sulla Riforma dello Sport si è molto parlato e dopo l’iniziale entusiasmo per l’avvio dell’iter burocratico che prevede l’introduzione dell’insieme di modifiche alle leggi che disciplinano l’attività sportiva dilettantistica e professionistica ci si è un po’ arenati. Ma oggi, finalmente, il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Correttivo alla Riforma dello Sport che entrerà in vigore a partire dal 1° gennaio 2023.

Cosa prevede il Decreto Correttivo

I tempi di approvazione dell’iter correttivo della Riforma dello Sport sono stati accelerati dalla consapevolezza dell’urgenza di porre rimedio alla prassi giurisprudenziale che si è rivelata incoerente per quel che riguarda la materia dei compensi sportivi.

Per quel che concerne le ritenute previdenziali, queste si applicheranno a partire dai 5.000€, mentre per le ritenute fiscali partiranno da 15.000€. Le ritenute contributive dei lavoratori con contratto di collaborazione coordinata e continuativa saranno a carico dello sportivo per un terzo e i restanti due terzi a carico dell’ente sportivo.

Una ulteriore costo che si aggiunge a quelle contributive e fiscali deriva dall’assicurazione INAIL che dovrà essere versata in un’unica soluzione. L’aliquota varierà in funzione della mansione, sportivo o amministrativo, e sarà totalmente a carico del centro sportivo.

Simulazione sui futuri benefici

Abbiamo realizzato un algoritmo che verrà messo a disposizione nella nuova versione di Athletis Cloud, che permette di confrontare gli attuali costi lordi e netti sostenuti dalle singole parti con quelli descritti dal Decreto Correttivo per la Riforma dello Sport.

NOTA BENE:

Abbiamo preso a campione un contratto sportivo di un collaboratore residente a Ferrara che non è già iscritto ad altre forme previdenziali, lo abbiamo messo a confronto negli anni 2022, 2023 e 2028 (anno in cui non sarà più possibile usufruire della contribuzione ridotta del 50%) ipotizzando dei compensi di 5.000€, 10.000€, 15.000€ e 20.000€.
Per l’applicazione dell’aliquota INAIL abbiamo preso come riferimento un’aliquota del 40 per mille in attesa che venga definita ufficialmente quella da applicare per gli istruttori sportivi.

Ipotesi 1
Compenso di 5.000 €

Ipotesi 2
Compenso di 10.000 €

Ipotesi 3
Compenso di 15.000 €

Ipotesi 4
Compenso di 20.000 €

Cosa è Athletis?

Per chi non lo conoscesse ancora, Athletis è un software che dal 2007 è il punto di riferimento per le ASD e SSD per la gestione dei propri collaboratori.

Attraverso modelli di contratto già impostati e con le registrazioni delle presenze online permette a qualsiasi gestore o professionista del settore di creare le ricevute di pagamento dei compensi sportivi calcolando automaticamente le trattenute da applicare al superamento delle soglie.

Abbandona Word ed Excel, approfitta della prova gratuita per 30 giorni e scopri tutte le funzionalità: https://athletis.cloud/registrati

Considerazioni sulla simulazione

Analizzando la colonna “Costi per il centro sportivo” è abbastanza evidente che l’impegno economico sarà maggiore rispetto all’attuale gestione. Torniamo a sottolineare che gli importi della tassazione INAIL derivano da una supposizione di un’aliquota molto elevata (40 x 1000), pertanto potremo essere più precisi nei calcoli quando avremo dei dati certi.